Maurizio G. De Bonis

Maurizio G. De Bonis è critico delle arti visive, curatore e giornalista. È direttore responsabile di Cultframe – Arti Visive, direttore di CineCriticaWeb e responsabile della comunicazione del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani. Insegna Linguaggio Audiovisivo presso Officine Fotografiche Roma e l’Istituto Superiore di Fotografia. Ha pubblicato saggi sui rapporti tra cinema e fotografia (Postcart), sulla Shoah nelle arti visive (Onyx) e ha co-curato Cinema Israeliano Contemporaneo (Marsilio). È Vice Presidente di Punto di Svista - Associazione culturale.

Ingmar Bergman e August Strindberg – Nulla è più vero del nulla. Work in Progress

Nati nello stesso paese, la Svezia, ma in epoche diverse, il drammaturgo e scrittore August Strindberg e il cineasta e regista teatrale Ingmar Bergman, incarnano uno spirito inquieto di ricerca che, nel corso della loro esperienza creativa, non si è mai esaurito. Le poetiche di Strindberg e Bergman possiedono molti punti in comune e vanno ...

Acqua, tra rispetto del territorio ed esigenze della città. Appunti per un un’indagine visuale

Effettuare un’indagine fotografica sul territorio presuppone la conoscenza delle differenze che esistono a livello linguistico-semantico fra tre parole spesso utilizzate erroneamente, anche in ambito artistico, come sinonimi: natura, luogo e paesaggio. La prima è il cosiddetto insieme di elementi animali, vegetali e minerali che apparentemente sembra svilupparsi secondo un ordine indiscutibile ma che si manifesta ...

Gruppo di Ricerca Fotografica Satantango: per un’estetica tra cinema e fotografia

25 Settembre 2017 Gruppo di Ricerca Satantango

La storia dell’evoluzione delle arti figurative e visive si manifesta senza dubbio come vicenda densa di intrecci, derivazioni, riferimenti e connessioni. Tale aspetto è rintracciabile in maniera più che evidente per quel che riguarda le arti visive tecnologiche che si sono sviluppate in maniera esponenziale nel corso del Novecento. In tal senso, ma questa è ...

Micha Bar-Am, le fotografie di un testimone del Medio Oriente

Ha documentato tutti i conflitti arabo-israeliani; ha effettuato un lungo e dettagliato affresco della società israeliana praticamente dalla fondazione dello Stato fino ai giorni nostri; ha fotografato il processo Eichmann; è stato corrispondente del New York Times per il Medio Oriente dal 1968 al 1992; è stato tra i fondatori, nel 1974, dell’International Center of ...

Alfredo Covino, Pietro D’Agostino, Pietro Guglielmino, Orith Youdovich. Four Things I Know About Her. A Project by Punto di Svista

Quattro cose che so di lei (Four Things I Know About Her) came into being as a photographic experiment “from numerous viewpoints”. Punto di Svista has chosen to “interpret” the city of Rome by focussing on non-traditional issues and avoiding stereotypes, commonplaces and aesthetic fashions. The forms of expression which spurred the four photographers are ...