I Soci

Consiglio Direttivo

Orith Youdovich, Maurizio G. De Bonis, Alfredo Covino

Orith Youdovich – Presidente

Vive e lavora tra Roma e Tel Aviv. Fotografa e giornalista, diplomata in Fotografia presso l’Istituto Superiore di Fotografia di Roma (ISF, 1992). Da diversi anni ha abbandonato il reportage sociale per dedicarsi alla fotografia di tipo concettuale e da allora dirige il proprio sguardo creativo sul mondo in un continuo processo di analisi del rapporto tra sguardo soggettivo e paesaggio. Svolge inoltre un’attività di ricerca artistica basata sulla connessione tra fotografia e cinema. Ha esposto le sue fotografie in varie mostre personali e collettive in Italia e in Israele e ha co-curato mostre nell’ambito di Fotografia – Festival Internazionale di Roma e FotoLeggendo. È iscritta all’Ordine Nazionale dei Giornalisti e dal 2000 è vice direttore della testata giornalistica online “CultFrame – Arti Visive”. Fino al 31 dicembre 2017 è stata direttore responsabile della testata giornalistica online “Punto di Svista – Arti Visive in Italia”. È co-autrice di saggi sui paesaggi di Michelangelo Antonioni e sulla fotografia israeliana contemporanea. Nel 2009 ha co-fondato l’Associazione Culturale Punto di Svista che si occupa di progetti di ricerca nel campo della cultura visuale.

Per una bio dettagliata di Orith Youdovich, clicca qui

Maurizio G. De Bonis – Vice Presidente

Maurizio G. De Bonis è giornalista culturale, critico cinematografico, fotografico e delle arti visive. Dirige dal 2000 la testata giornalistica Cultframe – Arti Visive e fino all’aprile 2018 è stato direttore responsabile di CineCriticaWeb nonché responsabile della Comunicazione del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – SNCCI. Ha curato mostre per istituzioni pubbliche e gallerie private e ha insegnato nell’ambito del Master in Critica Giornalistica dell’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’amico di Roma e presso l’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata di Roma. Attualmente è docente di Linguaggio del Cinema Documentario e di Arti Visive Comparate nell’ambito della Scuola Biennale di Fotografia di Officine Fotografiche Roma. Ha pubblicato: L’immagine della memoria – La Shoah tra cinema e fotografia (Onyx Edizioni, 2007), Cinema Israeliano Contemporaneo (co-curatore – Marsilio, 2009),  Cosa devo guardare – Riflessioni critiche e fotografiche sui paesaggi di Michelangelo Antonioni (co-autore – Postcart Edizioni, 2012),  La vertigine dello sguardo – La fotografia nel cinema tra narrazione e filosofia dell’immagine (Postcart Edizioni, 2013), Il vento e il melograno – Fotografia Contemporane Israeliana (co-autore – Postcart Edizioni, 2017). Nel 2009 è stato co-fondatore di Punto di Svista, di cui è Vice Presidente.

Per una bio dettagliata di Maurizio G. De Bonis clicca qui

Alfredo Covino – Segretario

Alfredo Covino è nato nel 1973 a Roma. Dopo gli studi nella sua città, complice un concorso pubblico superato nel 1996, si è trasferito a Genova, dove ha vissuto per quattro anni. Nel 2000 ha scelto di rientrare a Roma e ha iniziato a studiare fotografia, prima all’Istituto Europeo di Design (IED), poi all’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata (ISFCI). Nel 2009 è entrato a far parte dell’agenzia fotografica On Off Picture e, nello stesso anno, ha co-fondato Punto di Svista, associazione culturale e di ricerca sulle arti visive. Ha esposto in mostre personali e collettive. Attraverso la fotografia documentaria esplora diversi temi : le connessioni tra luoghi, memoria e assenza, la trasformazione dei territori, le interazioni tra uomo e paesaggio.

Per una bio dettagliata di Alfredo Covino, clicca qui

Pietro D’Agostino

Pietro D’Agostino è attivo nel campo delle arti visive. Fotografo e autore multimediale. Matura un rapporto intimo e inconscio con la luce usandola, attraverso la fotografia, il video ed altri dispositivi tecnologici, come strumento espressivo e di indagine. Collabora a varie iniziative con poeti e musicisti di area sperimentale. Ha co-fondato i gruppi di ricerca Pan-Ikon e Xubuxue. Ha ideato e realizzato un campo di esplorazione denominato cartafoto da viaggio, comprendente vari oggetti in via di ulteriore definizione. Fino al dicembre del 2017 è stato membro del comitato di redazione della testata giornalistica online Punto di Svista – Arti Visive in Italia. Attualmente collabora con la rivista online Cultframe – Arti Visive. Dal 2010 è socio dell’Associazione Culturale Punto di Svista – Cultura Visuale, Progetti e Ricerca.

Per una bio dettagliata di Pietro D’Agostino clicca qui

Simona Lunatici

Simona Lunatici, storica dell’arte di formazione, si laurea in storia dell’architettura e si interessa allo studio del territorio con una particolare attenzione per gli aspetti vernacolari. Fotografa autodidatta, il suo interesse è rivolto prevalentemente alla fotografia di paesaggio: la sua ricerca personale oscilla dagli aspetti più strettamente documentavi all’osservazione dello spazio come esperienza soggettiva di dialogo con i luoghi. Negli ultimi anni la figura umana ha fortemente attirato la sua attenzione. Nel 2017 frequenta il corso Dal film al lavoro fotografico presso Officine Fotografiche Roma tenuto da M.G. De Bonis, iniziando così a sviluppare un forte interesse per la relazione tra cinema e fotografia. Fa parte del Gruppo di Ricerca Satantango con cui ha partecipato alla realizzazione dei volumi “EUFONIE – Cinque fotografi e il cinema di Béla Tarr” (Postcart Ed., 2019) e “NULLA È PIÙ VERO DEL NULLA. Appunti visuali su Ingmar Bergman e August Strindberg” (Punto di Svista Ed., 2023), entrambi a cura di M.G. De Bonis. È curatrice e co-autrice del libro sedimento (Gente di Fotografia Ed., 2019).

Francesco Pittorru
Camilla Postiglione
Simona Scalas