Sconfinamenti – Arti Visive e Scrittura. 1a edizione

Punto di Svista

Pubblicato il 16 gennaio 2018 in iniziative punto di svista, Sconfinamenti,

© Mariangela Guatteri. Tecniche di liberazione / Techniques di libération (Benway 10)

Venerdì 26 gennaio 2018 presso lo Spazio AMO di Firenze si svolgerà la prima edizione di Sconfinamenti – Arti Visive e Scrittura. La manifestazione, a cura dell’Associazione Culturale Punto di Svista (in collaborazione con Spazio AMO), intende esplorare, grazie alla partecipazione di autori, studiosi e critici, la relazione tra testo scritto e immagine, in tutte le sue possibili articolazioni linguistiche ed espressive.

La prima edizione, introdotta e moderata da Pietro D’Agostino (Presidente di Punto di Svista e fotografo), sarà incentrata sul dialogo tra Mariangela Guatteri (scrittrice e artista), Luigi Magno (docente presso il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere dell’Università Roma Tre) e Maurizio G. De Bonis (critico delle arti visive e curatore).

© Orit Raff, Madame Bovary, 2013 (da Priming)

Mariangela Guatteri, a partire dal suo libro Tecniche di liberazione / Techniques de libération (Benway Series, 2017), affronterà la tematica dello sconfinamento dei linguaggi portando un “esempio” concreto: un libro poetico che ha una metrica per immagini e versi; dove l’immagine fotografica e il testo si incontrano sulla pagina concorrendo entrambi alla creazione dell’opera.  Attraverso il lavoro del poeta francese Emmanuel Hocquard, Luigi Magno solleverà alcuni nodi sull’uso a-specifico della fotografia in poesia. Maurizio G. De Bonis si occuperà del percorso creativo di tre artisti israeliani, Orit Raff, Yanai Toister e Yossi Breger che hanno lavorato sulla trasformazione linguistica ed estetica del testo scritto in immagine e sulla questione del superamento dell’immagine come elemento poetico per approdare all’ambiguità del testo scritto.

I tre relatori dopo aver esposto le loro riflessioni dialogheranno tra loro e con il pubblico presente.

© Mariangela Guatteri. Tecniche di liberazione / Techniques di libération (Benway 10)

Punto di Svista 01/2018
(Comunicato stampa)

INFORMAZIONI
Evento: Sconfinamenti – Arti Visive e Scrittura / A cura di Punto di Svista
Ideatori: Maurizio G. De Bonis, Pietro D’Agostino, Mariangela Guatteri
Relatori: Mariangela Guatteri, Luigi Magno, Maurizio G. De Bonis / Modera: Pietro D’Agostino
Data: 26 gennaio 2018 / Orario: 18.30
Dove: Spazio AMO, Via De’ Ginori 9, Firenze
Ingresso libero
Informazioni: info@puntodisvista.net

Spazio AMO nasce come luogo di lavoro condiviso da professionisti operanti nel settore della fotografia, è un contenitore aperto a progetti di studio in diversi settori delle arti visive.

Punto di Svista nasce con lo scopo di divulgare e promuovere attraverso iniziative pubbliche e didattiche le arti visive contemporanee e il dialogo culturale. I campi d’azione dell’associazione riguardano il cinema, la fotografia, la videoarte, l’arte contemporanea e ogni forma di espressione e comunicazione moderna che rappresenti luogo di incontro ideale per stimolare il confronto delle idee. L’Associazione Punto di Svista è ideatrice e organizzatrice di eventi sulle arti visive, in special modo seminari, incontri pubblici e giornate di studio.

SUL WEB
1 Mariangela Guatteri. Tecniche di liberazione / Techniques de libération (Benway Series 10)
2 Emmanuel Hockard. Méditations photogrpahiques sur l’idée simple de nudité
3 Orit Raff. Priming
4 Yanai Toister. Footnotes
5 Yossi Breger. The Guide for the Perplexed. Homonyms
6 Orit Raff, Yanai Toister, Yossi Breger ne Il vento e il melograno – Fotografia Contemporanea Israeliana di Maurizio G. De Bonis e Orith Youdovich (Postcart, 2017)