i soci

Pietro D’Agostino – Presidente

Pietro D’Agostino studia fotografia presso l’Istituto Europeo di Design di Roma nel 1980. Nel 1998, insieme a Nicola Forenza e Alessandro Vescovo, da inizio al progetto del gruppo Pan-ikon. Il loro Esordio alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma è nel 2000. Con i musicisti Marco Ariano, Elio Martusciello, Gianfranco Tedeschi forma nel 2009 gli Xubuxue pubblicando nel 2010 (Die Schachtel), un cd-dvd dal titolo Elliptical fotopartiture per tre improvvisatori. Unitamente al poeta Marco Giovenale, nel 2009 mette in scena una azione/installazione dal titolo Atto senza attori.  Insieme alla danzatrice Alessandra Cristiani nel 2008 attua un’esperienza tra danza e luce, documentandola sia in fotografia che in video, dal titolo onda particella, che verra poi utilizzata nello spettacolo teatrale Entrana. Sempre nel 2008 viene invitato a proiettare i suoi video nella rassegna Italian Experimental Cinema. Nel 2007 pubblica con Mercanti Editore il libro fotografico Una qualità ritrovata. Nel 2006 con la scrittrice e poetessa svizzera Prisca Agustoni, collabora a un libro di racconti brevi dal titolo A neve ilìcita.
Il video trascrizioni ottiene una menzione speciale nella rassegna internazionale di cinema astratto Abstracta nel 2005. Tra le varie esposizioni, quelle nella Galleria Gallerati di Roma nel 2009 dal titolo Experience #1 e Correlazioni nel 2011, nel 2006 al  Festival Internazionale di Fotografia di Roma con un’esperienza di luce, messa in opera da Pan-ikon, e a Padova in Aprile Fotografia nella collettiva da Weston A Giacomelli. Immagini dell’autore fanno parte delle collezioni della Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea di Roma e della Bibliothèque Nationale de France di Parigi. Il video trascrizioni è inserito nel fondo documentario Maria Zambrano dell’Istituto Cervantes di Roma.
Dall’ottobre 2016 è Presidente dell’Associazione Culturale Punto di Svista.

Maurizio Giovanni De Bonis – Vice Presidente

Nato a Catania nel 1962, vive e lavora a Roma. Critico cinematografico, fotografico e delle arti visive, saggista, giornalista culturale, curatore, docente.
Attualmente è direttore responsabile di CultFrame – Arti Visive, testata giornalistica online dedicata al cinema, alla fotografia e all’arte contemporanea e di CineCriticaWeb, organo ufficiale on line del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – SNCCI. È Condirettore della testata giornalistica online Punto di Svista – Arti Visive in Italia. Cura un blog sulle arti visive tecnologiche per L’Huffington Post – Italia. Scrive di cinema sulla rivista CineCritica (versione cartacea). È stato redattore e critico cinematografico per oltre dieci anni del portale Cinema.it e critico cinematografico del quotidiano La Voce Repubblicana.
È responsabile della comunicazione e membro del Comitato Esecutivo del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – SNCCI.
Ha curato mostre fotografiche per FotoGrafia – Festival Internazionale di Roma (presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Il Palazzo delle Esposizioni), Fotoleggendo (Roma), Officine Fotografiche (Roma), ISFCI (Roma), e gallerie private. Ha ideato per Punto di Svista le manifestazioni fotografiche Immagini Contemporanee, Ritiri di Studio sulla Fotografia di Prato, Appunti sul Fotogiornalismo, e Giornate di Studio sull’Immagine Documentaria.
Ha svolto attività di docenza nell’ambito del Master in Critica Giornalistica dell’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’Amico di Roma. Attualmente, insegna Visual Art presso l’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata di Roma (ISFCI), e linguaggio audiovisivo e arti visive comparate nell’ambito  della Scuola Biennale di Fotografia – Officine Fotografiche di Roma. Ha tenuto seminari sulla relazione tra fotografia e cinema e sulla rappresentazione della metropoli nelle arti visive presso WIZO Haifa Academy of Design and Education (Israele).
Nel 2006 è stato l’ideatore e direttore artistico del Roma Kolno’a Festival – Ebraismo e Israele nel cinema (Roma – Casa del Cinema). Nel 2009 ha co-curato la retrospettiva fotografica e cinematografica dedicata a David PerlovCronache del quotidiano, per Fotografia – Festival Internazionale di Roma (Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Palazzo delle Esposizioni) e nel 2007 ha curato la mostra personale dell’artista israeliano Simcha Shirman Il corpo è il pensiero (Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata di Roma).
È autore del libro La vertigine dello sguardo – La fotografia nel cinema tra narrazione e filosofia dell’immagine (Postcart Edizioni, 2013), co-autore del libro Cosa devo guardare – Riflessioni critiche e fotografiche sui paesaggi di Michelangelo Antonioni (Postcart Edizioni, 2012) e di Cinema Israeliano Contemporaneo (Marsilio, 2009). È inoltre autore del libro L’immagine della memoria – La Shoah tra cinema e fotografia (Onyx Edizioni, 2007).
Nel 2009 ha co-fondato l’Associazione Culturale Punto di Svista di cui è stato Presidente. Dal novembre 2014 ricopre la carica di Vice Presidente.

Alfredo Covino – Segretario

Nasce nel 1973 a Roma, dove attualmente vive e lavora. Ha studiato fotografia presso l’Istituto Europeo del Design di Roma e in seguito si è specializzato nell’ambito del Master in Fotogiornalismo organizzato dall’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata (ISFCI) di Roma. Ha realizzato lavori sul bisogno dell’individuo di affermare la propria identità e sul tema dell’appartenenza culturale. Lavora in Italia e in altri paesi come Argentina, Turchia, Repubblica di Moldova. Ha esposto in mostre personali e collettive tra le quali: “Uno alla Volta” (Trentino Immagini, Altopiano di Pinè, 2014 ); ha co-curato la seconda e terza edizione delle “Giornate di Studio sull’Immagine Documentaria” (Officine Fotografiche, Roma, 2012-2013 ); “Terra Sospesa” (Rovereto Immagini – HUB, Rovereto, 2011 ); “Correlazioni – Dialoghi visuali sul paesaggio” (Galleria Gallerati, Roma, 2011); “Gli scatti della crisi da Scampia a Teheran, da New York a Rangoon” (Officine Fotografiche Roma, 2011); “Atophia” (mandeep photography Roma, 2010); “El Tiempo del Diablo” (Isfci-Roma 2009); Ha co-curato le mostre “Come devo vivere – Fotografie di Orith Youdovich” (Officine Fotografiche, Roma, 2010) e “Testamento geometrico – Fotografie di Andrea Papi” nell’ambito della rassegna Fotoleggendo (Officine Fotografiche, Roma, 2010); “Terra sospesa” (Officine Fotografiche Roma, 2009). Ha vinto il premio Yann Geffroy 2008 assegnato dall’Agenzia Grazia Neri con un lavoro dal titolo “Cara Moldova. Ha pubblicato con l’Espresso, Financial Times, Glamour, Vanity Fair, Internazionale, Famiglia Cristiana, WOZ Die Wochenzeitung,  Le Monde, Style Magazine-Corriere della sera, Left, Loop Magazine.
Nel 2009 ha co-fondato l’Associazione Culturale Punto di Svista.

Orith Youdovich – Direttore responsabile di Punto di Svista – Arti Visive in Italia

Vive e lavora tra Roma e Tel Aviv. Fotografa e giornalista, diplomata in Fotografia presso l’Istituto Superiore di Fotografia di Roma (ISF, 1992). Da diversi anni ha abbandonato il reportage sociale per dedicarsi alla fotografia di tipo concettuale e da allora dirige il proprio sguardo creativo sul mondo in un continuo processo di analisi del rapporto tra sguardo soggettivo e paesaggio. Svolge inoltre un’attività di ricerca artistica basata sulla connessione tra fotografia e cinema.
Ha esposto le sue fotografie in varie mostre. Tra le personali: Aion in Ensemble of Five Voices (Artspace Tel Aviv, Israele, 2016), Come devo vivere – dialoghi visivi con il cinema di Michelangelo Antonioni (MirMar, Savignano sul Rubicone, 2014 – Horti della Fasanara, Ferrara, 2012 – Officine Fotografiche, Roma, 2010); Oscurità – luogo frammento memoria (Galleria Gallerati, Roma, 2012); Interno-Esterno (Studio Boario, Roma);  Mistery Train (Studio Boario, Roma). Tra le collettive: Inward Gaze II (Herzliya Museum of Contemporary Art, Israele, 2016); Correlazioni – Dialoghi visuali sul paesaggio (Galleria Gallerati, Roma, 2011); 06. Fuori 4 (Galleria Gallerati. Roma, 2010); Mondi mediterranei (Complesso del Vittoriano, Roma, 2009); Da Berlino in poi (Galleria Gallerati, Roma, 2009); Moravia – sulle orme dello scrittore in Ciociaria (Sarajevo e Latina).
E’ iscritta all’Ordine Nazionale dei Giornalisti e dal 2000 è vice direttore della testata giornalistica online “CultFrame – Arti Visive”. Dal 2009 è direttore responsabile della testata giornalistica online “Punto di Svista – Arti Visive in Italia”.
Nell’ambito di Fotografia – Festival Internazionale di Roma, ha curato nel 2005 la mostra Fotografia Israeliana Contemporanea allestita presso il Museo Andersen della Galleria d’Arte Moderna di Roma e nel 2008 ha co-curato la mostra Cronache del quotidiano. David Perlov. Fotografie e Film presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma e Palazzo delle Esposizioni. Nel 2006 è stata coordinatrice della sezione Cinema Israeliano del Roma Kolno’a Festival e ha co-curato il catalogo del festival. Ha condotto seminari sul linguaggio fotografico in relazione alle avanguardie storiche (Futurismo, Dadaismo, Surrealismo).
Pubblicazioni: Co-autrice del saggio Cosa devo guardare. Riflessioni critiche e fotografiche sui paesaggi di Michelangelo Antonioni (Postcart, Roma, 2012); Curatrice del volume Fotografia Israeliana Contemporanea (FPM Edizioni, Roma, 2005).
Nel 2009 ha co-fondato l’Associazione Culturale Punto di Svista.

Consiglio Direttivo
Pietro D’Agostino, Maurizio G. De Bonis, Alfredo Covino