commenti

L’area commenti di Punto di Svista – Arti Visive in Italia è stata concepita come spazio dedicato al dibattito culturale in relazione al cinema, alla fotografia e all’arte contemporanea. La natura stessa della nostra rivista prevede il confronto e lo scambio costruttivo di idee.

Punto di Svista – Arti Visive in Italia è una testata giornalistica e non un Blog/Forum, dunque è responsabile di tutti i contenuti pubblicati. Per tale motivo, non verranno pubblicati interventi offensivi e contrari alla logica del dibattito civile e democratico, nel rispetto doveroso delle opinioni contrastanti.

Gli interventi dei lettori saranno sottoposti a moderazione e filtro da parte della Redazione. Di volta in volta, la Redazione valuterà la pertinenza (in relazione agli argomenti trattati) dei testi inviati e deciderà, in maniera insindacabile, sulla loro pubblicazione.

Ogni commento deve essere corredato dall’indirizzo e-mail corretto dell’autore e verificabile dalla Redazione (In nessun caso gli indirizzi e-mail verranno resi pubblici). La Redazione chiede ai lettori la cortesia di non utilizzare dei nickname e di firmare con il proprio nome e cognome). Una volta inserito, il commento rimane in sospeso fino ad approvazione. Questo può avvenire nei tempi decisi dalla Redazione e a seconda delle valutazioni.

La Redazione tratta tutti i suoi lettori in maniera equa e si riserva il diritto di non pubblicare commenti di lettori che non rispettano il regolamento, e più precisamente eliminerà:

  1. commenti ritenuti offensivi, diffamatori, volgari, mirati a insultare o molestare o provocare qualunque gruppo o persona, o che contengono informazioni diffamatorie;
  2. commenti contenenti apprezzamenti offensivi sia diretti che in terza persona nei riguardi di altri lettori;
  3. commenti che esulano dal contesto del dibattito in corso. Questa regola verrà interpretata con flessibilità in modo tale che sia consentita l’espressione di tutti i punti di vista sull’argomento;
  4. commenti polemici fine a se stessi o provocatori;
  5. commenti inseriti con una falsa identità e/o con un indirizzo e-mail inesistente o non appartenente all’autore del commento;
  6. commenti che superano lo spazio indicato di 2500 caratteri e quindi inseriti in più parti (in quel caso sarà pubblicata solo la prima parte) e commenti che contengono il copia-incolla integrale da altri siti;
  7. interventi ripetuti, con testo identico o comunque con contenuto sostanzialmente uguale, che siano riconducibili ad uno stesso lettore e/o interventi sequenziali da parte dello stesso lettore che si susseguano (questa norma vuole garantire che lo spazio dei commenti sia utilizzato da una molteplicità di lettori e non “monopolizzato” da pochi);
  8. commenti che contengono link con l’intenzione di deviare il dibattito verso altri siti o che pubblicizzano persone, siti, servizi o prodotti;
  9. commenti irrispettosi e/o posizioni di contestazione, palesemente ostili nei confronti della testata e/o dei membri del Comitato di Redazione.


NOTA:
Non sono ammessi a tutte le discussioni lettori che fanno o hanno fatto uso scorrettomanipolano i contenuti di Punto di Svista (e/o i commenti dei suoi lettori) sia nello spazio riservato ai commenti che su altri spazi web o cartacei con l’intenzione di screditare l’operato della testata Punto di Svista – Arti Visive in Italia, dell’Associazione/editore Punto di Svista e dei suoi membri.

Le violazioni delle regole reiterate e/o sistematiche conduranno all’esclusione definitiva del lettore dalle discussioni anche se i commenti inviati successivamente non trasgrediscono il presente regolamento.

Le decisioni della Redazione sono insindacabili e non verrano date spiegazioni nello spazio riservato ai commenti. Eventuali chiarimenti, se considerati necessari, verranno effettuati via e-mail, secondo i modi che la redazione riterrà più opportuni.

Qualora fosse necessario, le regole di partecipazione ai dibattiti sono suscettibili di modifiche e implementazioni.