Se non avessi visto. Dialogo sulla fotografia tra Antonella D’Onorio De Meo e Luca Cappellaro. 11a Immagini Contemporanee a cura di Punto di Svista

Il concept di Immagini Contemporanee, ideato da Punto di Svista, è giunto alla sua 11° edizione e ancora una volta si rinnova. In questa occasione il dialogo non sarà incentrato su due fotografi artefici di percorsi creativi diversi ma su due autori che hanno vissuto un’esperienza artistica condivisa. In tal senso, si affronteranno tematiche che non riguardano solo la pratica fotografica ma anche la questione dello spazio di espressione, inteso come territorio comune non più esclusivamente individuale.

© Antonella D’Onorio De Meo e Luca Cappellaro. Da Se non avessi visto

© Antonella D’Onorio De Meo e Luca Cappellaro. Da Se non avessi visto

L’incontro, che avrà luogo giovedì 23 novembre presso Matèria Gallery, sarà incentrato sul lavoro di Antonella D’Onorio De Meo e Luca Cappellaro intitolato Se non avessi visto. Liberamente ispirato a una composizione poetica di Emily Dickinson, questo progetto nasce in modo anomalo e spontaneo, si forma autonomamente nel corso degli anni e si basa sulle visioni fotografiche e naturalistiche di Luca Cappellaro e l’elaborazione creativa, basata su una tecnica molto particolare, in fase di stampa di Antonella D’Onorio De Meo.

Durante l’incontro, accompagnato dalla visione dei loro lavori, gli autori esporranno il senso del loro lavoro condiviso e discuteranno riguardo l’interazione espressiva tra “creatore” dell’immagine e stampatore, tra visione mentale e apparizione concreta della visione, tra percezione estetica del fotografo e intervento poetico dello stampatore.

Modera e introduce l’incontro Maurizio G. De Bonis, condirettore della testata giornalistica Punto di Svista – Arti Visive in Italia.

© Antonella D’Onorio De Meo e Luca Cappellaro. Da Se non avessi visto

© Antonella D’Onorio De Meo e Luca Cappellaro. Da Se non avessi visto

Contestualmente all’incontro saranno esposte in galleria sei opere tratte da Se non avessi visto. Le immagini rimarranno in mostra per una settimana a partire dal 23 novembre.

Questo appuntamento rappresenta la seconda occasione di collaborazione culturale tra la galleria Matèria e Punto di Svista, realtà che operano nel settore delle arti visive partendo da presupposti diversi ma che, allo stesso tempo, sono unite dalla comune sensibilità nei riguardi dell’arte contemporanea e dall’intento condiviso di ampliare lo sguardo sulla creatività visuale con iniziative di qualità legate alla ricerca sui linguaggi artistici contemporanei.

© Punto di Svista 11/2017
(Comunicato stampa)

Luca Cappellaro è nato a Roma nel 1966. Si diploma presso l’Istituto Superiore di Fotografia di Roma. Il suo percorso fotografico ha origine nel reportage per poi mutare verso un genere di fotografia di ricerca e introspezione. Predilige l’uso della tecnica argentica realizzando foto in bianco e nero. Vive e lavora a Roma.

Antonella D’Onorio De Meo si diploma presso l’Istituto Superiore di Fotografia di Roma nel 1995. La sua passione per la fotografia analogica l’ha portata ad approfondire le tecniche di stampa fine art argentiche. La sua è una fotografia lenta e meditativa.  Ha esposto in numerose mostre personali e collettive. Dal 2003 insegna camera oscura ed antiche tecniche di stampa presso la Scuola Romana di Fotografia e Cinema di Roma.

INFORMAZIONI
IMMAGINI CONTEMPORANEE. Dialoghi sulla fotografia ​/ A cura di Punto di Svista / In collaborazione con Matèria Gallery
Se non avessi visto / ​Autori: Antonella D’Onorio De Meo e Luca Cappellaro / Moderatore: Maurizio G. De Bo​nis
Giovedì 23 novembre 2017, ore 19​.00
Matèria Gallery / ​Via Tiburtina 149, Roma
INFO: info@puntodisvista.net / contact@materiagallery.com
WEB: www.puntodisvista.net / www.materiagallery.com

Lascia un Commento

Il tuo intervento è importante per noi, assicurati soltanto di rispettare alcune regole sui commenti.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *